Sviluppo della funzione visiva

Un problema di vista deve essere sospettato quando un bambino non risponde in modo corretto all’ambiente circostante.

Di seguito sono riportati alcune “linee guida” in rapporto all’età che possono aiutare a decidere se il bambino sta avendo problemi.


E’ importante ricordare che non tutti i bambini sono uguali, e alcuni bambini possono raggiungere determinati “traguardi visivi” in età diverse.

Inoltre è importante considerare che i bambini hanno difficoltà a riconoscere ed individuare i loro problemi visivi, in quanto non hanno nessun elemento di paragone, e quindi è fondamentale che il genitore osservi attentamente gli occhi del proprio bambino: – fissa il volto della mamma?, – Segue gli oggetti?, – Lacrima molto?, – Sembra strabico?, – Tiene il capo inclinato da una parte?, – Cammina sicuro? – Scende bene le scale?, -Avvicina molto gli oggetti al viso?, – Si stropiccia spesso gli occhi? Lamenta cefalea? Distingue i colori senza incertezze?

SVILUPPO DELLA FUNZIONE VISIVA

Alla nascita
•    l’acuità visiva non è chiaramente misurabile ma è ridotta
•    distingue il rosso ed il verde se sono in forte contrasto
•    Il campo visivo è ristretto
•    la pupilla si restringe alla luce (riflesso fotomotore)
•    alla luce forte il bambino ammicca
•    lo sguardo è attratto dal movimento di una luce debole
•    gli occhi non sono coordinati
•    è in grado di fissare un oggetto a 8 a 10 centimetri di distanza

1 mese
•    l’occhio si sposta per risposta ad uno stimolo visivo (riflesso di fissazione).
•    le lacrime cominciano a funzionare

2-3 mesi
•    Il riflesso di fissazione  migliora ed il bambino è capace di mantenere una fissazione durevole su un oggetto (un viso vicino) con lenti movimenti di inseguimento.
•    comincia a poter vedere un oggetto come un’immagine
•    guarda le mani

4-5 mesi
•    si definisce la coordinazione occhio-mano, tra visione e prensione
•    compare la visione binoculare.
•    esaminerà sé stesso nello specchio

5-7 mesi 
•    l’acuità visiva è superiore ai 2/10.
•    ha una completa visone dei colori
•    ha la stereopsi.
•    buona fissazione degli oggetti lontani.
•    può afferrare un gioco che cade
•    gira la testa per vedere un oggetto
•    toccherà la sua immagine allo specchio

7-11 mesi
•    Può fissare piccoli oggetti
•    Comincia ad avere il senso di profondità
•    Gioca a piccabù

11-12 mesi 
•    Riesce a vedere oggetti che si muovono velocemente

12-14 mesi
•    l’acuità visiva è di 4/10
•    il bambino indica gli oggetti che desidera
•    è in grado di posizionare le forme negli appositi buchi
•    il campo visivo è uguale a quello dell’adulto
•    comincia ad interessarsi alle fotografie
•    riconosce oggetti familiari e le figure nei libri
•    Può indicare alcuni oggetti su richiesta
•    riconosce proprio volto riflesso nello specchio

18-24 mesi
•    è in grado di mettere a fuoco oggetti vicini e lontani
•    scarabocchia con pastelli o matite, può imitare a disegnare una linea retta o un cerchio
•    può indicare alcune parti del corpo (naso, capelli, occhi) quando richiesto

3 anni
•    l’acuità visiva è di 6-8/10
•    Si può esplorare la visione stereoscopica.

4-6 anni
•    la vista raggiunge i valori normali dell’adulto (10/10)
•    e la stereopsi matura completamente
•    si esplora il senso cromatico (dopo i 5 anni)

8 anni
•    lo sviluppo può essere considerato terminato anche se è possibile talvolta ottenere piccole modifiche fino a qualche anno più tardi

Annunci