OCCHIO ALLA GUIDA

Le cifre della strada sono impressionanti: oltre un milione di persone perdono la vita ogni anno in seguito ad incidenti stradali mentre 50 milioni ne restano feriti. In Italia sono 600 gli incidenti gravi che si verificano e mediamente in questi perdono la vita 14 persone.

Le cause degli incidenti sono molteplici: alcol, stupefacenti, distrazione e le condizioni psicofisiche del guidatore.

Gli incidenti dovuti a problemi di vista sono più frequenti di quanto non si pensi. Almeno un automobilista su dieci non sa di avere problemi visivi. Più della metà degli incidenti stradali si ritiene che sia dovuto a una vista non ottimale dei guidatori (rapporto ACI 2012).

Dati ACI-ISTAT (2012) rilevano come la guida distratta e l’andamento indeciso siano tra le prime cause di incidente stradale, riscontrabili nel 17% del totale dei sinistri. Alcuni studi scientifici stimano addirittura che circa 6 incidenti su 10 siano causati da problemi alla vista, del conducente o anche del pedone che attraversa la strada in modo inopportuno.

Quindi è utile oltre che doveroso sottoporsi a una visita oculistica periodica per valutare la salute dell’occhio e correggere eventuali difetti di vista.

Ed è molto più conveniente, anche in termini economici: Se infatti  la dinamica dell’incidente è tale da poterlo ricondurre a un difetto della vista del conducente, le assicurazioni possono rifiutare il pagamento dei danni.  

 

Oltre alla visita oculistica è bene seguire alcuni utili, faci e BANALI consigli:

1) Utilizzare occhiali da vista per la visione da lontano quando prescritti. Le lenti infrangibili sono più sicure in caso di impatto. E’ bene averne un paio di scorta.

2) Se si portano lenti a contatto è comunque meglio avere con sé occhiali da vista di riserva.

3) Utilizzare occhiali da sole dotati di filtri a norma di legge, meglio se polarizzati perché riducono i riflessi.

4) Rallentare all’ingresso delle gallerie per limitare il cosiddetto “effetto tunnel”: le pupille hanno bisogno di qualche frazione di secondo per adattarsi alle nuove condizioni di luce. I fari vanno comunque accesi prima di entrare in galleria.

5) Rispettare sempre i limiti di velocità. Correre significa anche ridurre la visione laterale e alterare la percezione della profondità.

6) NON bere alcolici quando si deve guidare. Oltre agli effetti ben noti si ha anche una riduzione delle capacità visive (soprattutto della visione periferica) e dei tempi di reazione.

7) non assumere droghe di qualsiasi genere in nessun caso e anche quando si deve guidare

8) In caso di nebbia o scarsa visibilità rallentare o fermarsi

9) Non orientare le bocchette dell’aria condizionata verso il volto: potrebbero seccare l’occhio e generare fastidi, soprattutto nel caso in cui si portino lenti a contatto.

10) Non utilizzare dispositivi elettronici come il cellulare mentre si guida se non ricorrendo a comandi vocali e auricolare.

11) Mantenere sempre ben puliti parabrezza, specchietti e vetri dei fanali.

12)  far riposare gli occhi quando le situazioni di guida lo consentono (sosta al semaforo o coda), chiudendo le palpebre inspirando e riaprirle espirando per 2-3 volte.

 

 

fonti principali: www.iapb.it, www.aci.it

Annunci