Iridotmia Yag laser

L’ iridototomia mediante Yag laser consiste nell’eseguire un foro porzione superiore dell’iride con lo scopo di mettere inScreenshot 2014-02-25 17.32.26 comunicazione la camera posteriore con quella anteriore e favorire il deflusso dell’umore acqueo. Tale forellino è piccolissimo (circa 1,5 mm) e rimane “nascosto” dalla palpebra superiore.

INDICAZIONI

  • angolo camerulare occluso o occludibile
  • blocco pupillare
  • glaucoma pigmentario allo stadio iniziale per ridurre la dispersione di pigmento irideo

CONTROINDICAZIONI

  • edema corneale
  • opacità corneali
  • chiusura d’angolo secondaria (uveiti, sindrome iridocorneale endoteliale,…)  senza blocco pupillare

COME SI ESEGUE IL TRATTAMENTO

  • e’ ambulatoriale
  • indolore
  • necessita di sole gocce anestetiche
  • dura pochi secondi: viene impiegata sull’occhio una lente per osservare meglio la zona da operare e, quindi, si utilizza una mira luminosa per indirizzare correttamente il laser sulle strutture che devono essere forate.

Durante il trattamento si può avvertire un leggero fastidio all’occhio.

Al termine del trattamento viene generalmente instillato un collirio antinfiammatorio. La terapia post operatoria consta di colliri antiinfiammatori e ipotonizzanti da utilizzare per alcuni giorni.

Dopo un paio d’ore il Paziente può riprendere le sue normali attività.

Dopo 7 giorni si effettua un controllo della pressione oculare.

EFFETTI COLLATERALI

  • arrossamento occhio
  • Durante il trattamento si possono verificare dei lievi sanguinamenti, che però in genere si risolvono nell’arco di pochi minuti

  • Aumento della pressione intraoculare (transitorio)
  • infiammazione postoperatoria
  • sinechie posteriori
  • disturbi visivi
  • RARI: danno retinico, edema maculare cistoide, Hypopyon sterile, glaucoma maligno

 

Annunci