OCCHIO al mare e alla piscina

L’occhio è un organo molto complesso e delicato e deve essere sempre protetto.

In primo luogo al mare o in piscina è fondamentale utilizzare gli occhiali da sole con filtri a norma di legge in modo da limitare l’azione dannosa dei raggi ultravioletti (UVA e UVB), soprattutto se si va in barca a vela o kitesurf/windsurf.

E’ buona norma utilizzare sempre gli occhialini protettivi da piscina o cercare di tenere gli occhi chiusi quando ci si immerge. Inoltre è importante fare una doccia di acqua dolce risciacquando bene il viso e gli occhi.

Spesso il bruciore e l’irritazione sono momentanee e tendono a scomparire nel giro di poche ore ma si possono alleviare i sintomi utilizzando dei colliri a base di acido ialuronico ed aminoacidi (le lacrime artificiali) che lubrificano e nutrono la superficie oculare.

Se il disturbo dovesse persistere e’ importante consultare l’oculista per una adeguata terapia.

NON strofinate gli occhi quando entra della sabbia ma sciacquarli immediatamente con acqua dolce (NON di mare!!).

LE LENTI A CONTATTO VANNO TOLTE PRIMA DI OGNI IMMERSIONE

Il loro uso è altamente sconsigliato non solo al mare ma anche in piscina, nei laghi e nei fiumi (comprese acque termali)

L’acqua salata può alterare la curvatura della lente a contatto con conseguente riduzione dell’ossigenazione della cornea e tollerabilità della stessa. Il cloro, a sua volta, potrebbe essere assorbito dalla lente a contatto ed essere tossico per la cornea con conseguenti alterazioni dell’epitelio corneale. In entrambi i casi queste situazioni di irritazione e sofferenza congiuntivale e corneale potrebbero aprire la strada a contaminazioni batteriche, virali e fungine.

Annunci