Test del rischio genetico nella maculopatia senile

Oggi è possibile ottenere la predittività del rischio di insorgenza della Degenerazione Maculare senile (DMS, AMD) attraverso un test genetico, che integra l’analisi dei fattori di rischio sia genetici che ambientali, con una sensibilità superiore al 80% ed una specificità superiore al 60%.

effettua

genetic-test

Il DNA sul quale si effettua il test genetico viene ottenuto tramite un comune tampone dalla mucosa orale. L’operazione è molto semplice, rapida e del tutto indolore e consiste nell’utilizzo di uno spazzolino morbido monouso sterile che viene sfregato per pochi secondi contro la parete interna delle guance.

ACOSASERVE

La risposta del test viene integrata con altre informazioni relative ai fattori di rischio legati al proprio stile di vita in modo da ottimizzare e individualizzare il test, riconoscendo 4 possibili situazioni:

a) Rischio clinico proiettato di sviluppare una DMS avanzata dopo i 55 anni

b) Rischio di sviluppare DMS avanzata avendo più di 55 anni e una forma iniziale di DMS

c) Rischio di bi lateralizzazione avendo già un occhio con DMS avanzata

d) Grado di risposta al trattamento dovendo iniziare una terapia intravitreale con anti-VEGF

L’esito del test non esprime con certezza la possibilità che la AMD si manifesti in un paziente, ma solo un aumentato rischio di malattia.

ATTENZIONEVa sottolineato che l’esito del test non esprime con certezza la possibilità che l’AMD si manifesti in un paziente, ma solo un aumentato rischio di malattia.


PER VALUTARE LA NECESSITA’ EFFETTIVA DEL TEST E’ NECESSARIO ESEGUIRE UNA VISITA OCULISTICA COMPLETA.

Annunci