Archivi tag: occhiopigro

Videogame per l’ambliopia

ubisoft-dig-rush

Dig Rush (Ubisof & Amblyotech) è il primo videogioco appositamente progettato come ausilio per la cura dell’ambliopia: fa lavorare entrambi gli occhi per aumentare l’acutezza visiva. Il software sviluppato per Dig Rush si basa su un metodo brevettato alla McGill University e successivamente concesso in licenza alla Amblyotech.

il suo funzionamento si basa sulla capacità delle immagini presenti sullo schermo di sfruttare le abilità visive del paziente mediante un’impostazione binoculare in grado di correggere le diseguaglianze tra i due occhi senza il ricorso alla chiusura forzata di uno dei due. In sostanza, mentre l’impiego di bende e occhiali prevede il riposo assoluto per il bulbo oculare considerato “normale” e il corrispondente sforzo da parte dell’occhio pigro, questo gioco fa lavorare entrambi gli occhi del videogiocatore per addestrare il cervello a incrementare l’acutezza visiva.

Questa a terapia sta aspettando l’autorizzazione da parte del FDA per la sua commercializzazione.

La possibilità di abbandonare i tradizionali sistemi correttivi dedicati all’ambliopia potrebbe così produrre un notevole miglioramento nella dimensione sociale e affettiva dei più piccoli, spesso emarginati in base a particolari imperfezioni fisiche.

Cos’è l’ambliopia?

Annunci

SCREENING VISIVO a Cernusco Sul Naviglio

SABATO 24 gennaio SCREENING VISIVO GRATUITO a Cernusco Sul Naviglio: L’Optometrista Dott. Martinelli e l’oculista Dott. Scotti insieme per Insegnare l’importanza della prevenzione oculare.

24 gennaio

OTTOBRE, MESE DELLA VISTA: Il tuo bambino vede bene?

il tuo bimbo vede bene ottobre 2014-page-001

 

Tuo figlio vede bene?

Alcune problematiche oculari tipiche dell’età pediatrica come lo strabismo e la miopia sono relativamente facili da rilevare da parte dei genitori quando il bambino mostra comportamenti visivi anomali.

Tuttavia, ci sono altre malattie asintomatiche che possono passare inosservate. Questo è il caso dell’ambliopia o occhio pigro la cui diagnosi precoce e il trattamento tempestivo sono fondamentali per evitare che si convertano in deficit visivi cronici e irreversibili.

E’ importante che il genitore presti attenzione a tutti una serie di segni e sintomi  che possono indicare la presenza di una patologia o disturbo oculare nel bambino.

SEGNALI DI ALLERTA

  • non riconosce i propri famigliari da lontano
  • avvicina molto gli oggetti
  • devia gli occhi, specialmente quando è stanco o malato: febbre, sonno,…
  • si strofina spesso gli occhi
  • ha difficoltà a tenere gli occhi aprtei quando legge, scrive o disegna
  • inclina la testa quando guarda qualcosa
  • presenta una macchia biancasta nell’area pupillare
  • anomalo riflesso rosso in fotografia
  • lamenta mal di testa e visione offuscata
  • ha molto fastidio alla luce del sole e si adatta male al buio

LEGGI anche: SVILUPPO DELLA FUNZIONE VISIVA del bambino nei primi mesi di vita.

L’importanza delle visite oculistiche

In considerazione che molte problematiche oculari passano inosservate è di fondamentale importanza sottoporre un bambino a visite oculistiche periodiche anche in assenza di segni e sintomi oculari evidenti, secondo il seguente schema:

  • A 1 anno: soprattutto per quei bambini che  hanno familiarità per patologie oculari importanti: strabismo, glaucoma infantile, miopia elevata,  cataratta giovanile, malattie metaboliche ereditarie, patologie del nervo ottico o retiniche ereditarie,…
  • A 3 anni: per valutare il corretto sviluppo morfologico e funzionale dell’apparato visivo
  • Intorno ai  6-7 anni: quando si comincia la scuola

Leggi anche: QUANDO FARE I CONTROLLI.