Uveite

uveite1L’uveite è una infiammazione dell’uvea, membrana che avvolge la parte interna del bulbo oculare. Nell’Uvea si possono distinguere due parti: l’uvea anteriore (iride e corpo ciliare) a contatto con il cristallino e le strutture della camera anteriore e l’uvea posteriore (coroide) a diretto contatto con la retina.

L’uveite è una malattia oculare rara, ma che può potenzialmente, se non curata portare a un calo visivo permanente.

Ci sono vari tipi di fattori che causano uveite:

le malattie infettive come la toxoplasmosi, che causano la forma più comune di uveite: la corioretinite infettiva. Questo processo provoca una distruzione progressiva della retina. Quando è coinvolta la regione maculare la perdita visiva è molto importante.

  1. malattie ossee o reumatiche di origine infiammatoria e degenerativa, riguardante soprattutto giovani.
  2. le malattie autoimmuni causate da virus, batteri o fattori ambientali, come la sarcoidosi o malattia di Behçet
  3. traumi
  4. fattore ereditario

sintomi

L’uveite è meno comune nei primi dieci anni di vita e la sua frequenza diminuisce da 60. I più colpiti sono tra i 20 ei 50 anni.associati all’uveite sono diversi a seconda della zona che è interessata: 

  1. Se è interessata la parte anteriore, si nota una maggiore sensibilità alla luce (fotofobia), occhi rossi, offuscamento della vista o dolore oculare.
  2. Se l’area interessata è la parte posteriore, generalmente non si ha dolore, ma calo della funzione visiva

Non esistano schemi terapeutici prefissati, ma ogni paziente richiede una particolare condotta terapeutica.  Di solito è necessaria la collaborazione con un medico internista/reumatologo per la diagnosi e la cura della malattia che causa l’uveite.

 ATTENZIONEIMPORTANTE

Non potendo essere diagnosticata fino a quando non appaiono i segni esterni è bene consultare il proprio oculista immediatamente.

Annunci